Ortondonzia

Ortodonzia

L’Ortodonzia si occupa della cura dei rapporti anomali esistenti tra le arcate dentarie e tra le strutture anatomiche ad esse correlate: i denti, il sistema nervoso centrale, muscolatura facciale e masticatoria e componenti scheletriche.

Più dettagliatamente possiamo dire che l’ortodontista ha il compito di formulare una corretta diagnosi per prevenire le malocclusioni e per effettuare una corretta terapia dei disallineamenti dentali che provocano alterazioni dell’armonia estetica del volto, si occuperà inoltre, delle condizioni disfunzionali dell’apparato masticatorio e dei disturbi di crescita dei mascellari.

Il momento migliore per iniziare un trattamento ortodontico nel bambino è variabile e spesso dipende dalla gravità della malocclusione. È buona norma portare per la prima volta il bambino ad una visita ortodontica a quattro anni di età per poter trattare precocemente malocclusioni scheletrico-dentali.Rivolgersi precocemente allo specialista in ortodonzia permetterà di capire come e quando intervenire e di ottenere il massimo risultato nel minor tempo possibile.<br>

Lo scopo di una visita così precoce è quello di valutare la presenza di alterazioni delle relazioni anatomo-fisiologiche tra le arcate dentarie oori o fra singoli denti o gruppi di denti (malocclusioni) e/o alterazioni dei rapporti scheletrici.
In questo modo è possibile individuare già in dentatura decidua ( quando cioè sono ancora presenti i denti da latte) i segni premonitori di una futura grave malocclusione..